Differenza tra parquet in legno massello e parquet prefinito in legno massello

Parquet Massello Parquet Prefinito

Hai finalmente scelto il parquet per i pavimenti della tua nuova casa, ma un dubbio ti attanaglia: meglio il parquet in legno massello o il parquet prefinito in legno massello? Non preoccuparti, molte persone hanno il tuo stesso dubbio, e noi siamo qui per risolverlo.

Ti spiegheremo le caratteristiche di entrambe le tipologie di parquet evidenziandone i pro e i contro. Alla fine della lettura del nostro articolo avrai abbastanza informazioni per fare la tua scelta. E se così non fosse non esitare a contattarci.

Parquet in Legno Massello

I listelli di parquet in legno massello sono costituiti interamente da legno nobile ricavato da un unico blocco con uno spessore che raggiunge i 22 mm, per una lunghezza compresa tra 220 mm e 2000 mm. I legni nobili da cui vengono ricavati i listelli in legno massello possono essere:
• la betulla, che garantisce maggiore stabilità, le sue caratteristiche sono sinonimo di alta qualità, ma al contempo di prezzo elevato;
• l’abete e il pioppo sono le essenze più impiegate per le loro caratteristiche di stabilità;
• il frassino e il pino sono, invece, impiegati, per la realizzazione di parquet di tipo più economico;

Oltre agli alti costi dei legni nobili, è anche la posa in opera e il lavoro di finitura a rendere il parquet in legno massello più costoso di altre soluzioni. Infatti dopo la posa in opera il parquet in massello necessita di levigatura e verniciatura manuale (almeno due mani).

Vediamo quali sono i pro e i contro della scelta di un parquet in legno massello

I pro. Scegliendo un parquet massello di almeno 20 mm di spessore potrete considerare il vostro pavimento eterno, il costo di un listoncino di massello è inferiore rispetto ad un listoncino in prefinito, i listoncini in massello si prestano a innumerevoli composizioni e disegni particolari.
I contro. I tempi di lavorazione sono più lunghi rispetto ad un parquet prefinito ad esempio c’è la fase di levigatura del parquet in massello che invece non è necessaria nel prefinito, la posa in opera deve avvenire su massetto, ed infine proprio per questi motivi la posa in opera ha dei costi più elevati.

Parquet Prefinito in legno massello

Il parquet prefinito è composto da uno strato superiore di legno nobile, con uno spessore compreso tra i 3 e i 4 mm, incollato su un supporto di legno povero o in multistrato con uno spessore tra i 7 e i 14/15 mm. I listoncini raggiungono lunghezze da 180 a 220 cm per una larghezza che va da 18 a 20 cm.
I vantaggi del parquet prefinito, rispetto a quello in massello, risiedono soprattutto sul costo inferiore della posa in opera e nella maggiore resistenza: queste caratteristiche derivano dal fatto che il parquet prefinito viene trattato industrialmente e verniciato per resistere ai graffi (6-7 mani). Infatti, grazie a questo pre-trattamento, il colore e la lucentezza del parquet prefinito sono già visibili anche prima della messa in posa. La posa in opera del parquet prefinito è molto più semplice e veloce rispetto a quella del parquet tradizionale, è possibile calpestare il pavimento in legno già subito dopo 1 o al massimo 3 giorni;

Vediamo quali sono i pro e i contro della scelta di un parquet prefinito in legno massello

I pro. Come abbiamo già detto il montaggio è più veloce e pulito, è possibile scegliere tra un’infinita gamma di colorazioni e finiture, il costo della posa in opera è inferiore rispetto a quello del parquet in legno massello.
I contro. Costo più elevato rispetto al massello (dovuto alle pre-lavorazioni)